Progetti & Idee per l'Inclusione Sociale

Analisi territoriale Ambito12

[schema type="event" evtype="SocialEvent" url="http://www.novakoine.it/biougra" name="BIOUGRA NEL CUORE" description="Campagna di Raccolta Fondi a sostegno dei Centro di Bisogni Speciali di Biougra (Marocco)" sdate="2014-10-01" edate="2014-12-31" city="Marigliano" postalcode="80034" country="IT" ]
Share

Premessa

Quello migratorio è un fenomeno dagli scenari ad alta variabilità quantitativa e qualitativa e, per ciò stesso,  richiede, anzi, impone a chiunque voglia stimarne le proporzione di incrociare dati di più fonti. In quanto alla variabilità, basti pensare, ad esempio, che in conseguenza della sola statuizione della possibilità di regolarizzazione di colf e badanti (L.102/2009) la demografia regionale della Campania ha dovuto ritoccare al rialzo le stime di 36701 unità.

Ciò spinge altresì a tenere sempre in debito conto lo status sommerso della presenza migratoria sul nostro territorio.  Si chiarisca dunque che le stime possibili soffrono di più o meno eccessiva approssimazione in quanto non possono che riferirsi alle sole persone straniere registrate: in altre parole, la presenza sommersa è solo intuibile e difficilmente stimabile. Ragion per cui qualsiasi analisi per la progettazione di servizi rivolti alle comunità migranti avviene ragionando su dati al netto della demografia sommersa

Il territorio dell’ Ambito 12 nella Provincia

La nostra analisi focalizzata sull’Ambito 12 (Pomigliano d’Arco, Castello di Cisterna, Brusciano, Mariglianella, Marigliano, San Vitaliano) deve utilmente contestualizzarsi rispetto ai livelli territoriali superiori e, a tal scopo, quello provinciale risulta di maggiore utilità per la comprensione del fenomeno. La cornice provinciale del fenomeno è infatti assai significativa rispetto all’intera situazione regionale: dal Rapporto Immigrazione 2009 e dal Dossier Statistico Immigrazione (Caritas/Migrantes, 2010) sappiamo che la provincia di Napoli accoglie nel suo territorio quasi la metà (46,9%) degli immigrati residenti in Campania, corrispondenti a 68863 persone.

Il trend strutturale provinciale 2002-2009 stima un tasso di aumento del fenomeno migratorio in evidente rilievo (+73,4%), mentre per l’ultima annualità disponibile (2008/2009) il tasso di aumento è del 12,6%, ossia, in valore assoluto, di quasi 9000 nuove presenze annue, tenendo conto unicamente delle persone che effettuano registrazione presso Enti territoriali. Focalizzandoci quindi sull’Ambito 12 si utilizzeranno gli ultimi dati utili a disposizione del Gruppo informale, ossia quelli provenienti dal database dell’ ISTAT (Atlante Statistico dei Comuni, 2010) e relativi al triennio 2005-2007.

La rilevazione registra per il periodo in questione un saldo attivo intensificato della popolazione straniera presente sul territorio dei 6 comuni dell’Ambito: nel triennio considerato, infatti, all’aumento contenuto dell’annualità 2006 (+6,3%) ha fatto seguito un aumento decisamente più sostenuto (+20,7%) relativo all’annualità 2007. 

 

 Le persone straniere regolarmente registrate presso i comuni dell’Ambito 12 hanno superato le 1500 unità, passando da 1246 a 1504 unità nel triennio 2005-2007, mentre i dati provinciali consultabili per le annualità 2008-2009 e le stime attualissime di Caritas-Migrantes 2010 testimoniano una generale macro-tendenza all’aumento delle presenze.

Con riferimento alla provenienza, le comunità migranti presenti nel territorio dell’Ambito12 di cui si trova traccia all’anagrafe sono essenzialmente 4, così rappresentate: i migranti di provenienza europea (UE e extra UE: 65,6% al 2007), i migranti di provenienza africana (28,3% al 2007), i migranti di provenienza asiatica (1,9% al 2007), i migranti provenienti dalle Americhe (4,2% al 2007). Con riferimento al tasso di crescita dei flussi, la crescita più netta si è avuta per il primo dei gruppi precedentemente elencati.

Nel triennio 2005-2007 si registra infatti un’ impennata di presenze dei migranti di origine europea: in particolare, nel 2007 i migranti di nazionalità appartenente alla UE risultano più che triplicati sul territorio, passando dalle 176 (del 2005) alle 606 unità, assecondando il picco di presenze registrato nell’annualità 2006.

Consistente anche la crescita numerica dell’altro gruppo di migranti europei, provenienti però da nazioni extra UE: il gruppo da essi costituito è numericamente raddoppiato, passando dalle 192 (del 2005) alle 380 unità e concentrando gli arrivi soprattutto nell’annualità 2007. Per i tre gruppi restanti, e, tra essi, per i migranti di provenienza africana, si registra infine una sostanziale stabilità numerica.

 

L’analisi fornisce inoltre indicazioni sulla localizzazione potenzialmente migliore del progetto di alfabetizzazione linguistica dei migranti dell'Ambito12. Considerando precipuamente i dati relativi ai comuni maggiori del territorio circoscritto, abbiamo rintracciato sufficienti motivazioni per collocare la sede operativa del nostro progetto a Marigliano. Ciò in seguito all'analisi del contesto territoriale mariglianese.

 

Fonti:

  • Caritas/Migrantes, Rapporto immigrazione (2009)
  • Caritas/Migrantes, Dossier Statistico Immigrazione, Idos edizioni (Ottobre  2010)
  • Sistema Informativo ISTAT, Atlante Statistico dei Comuni (2010)

 

Vuoi segnalarci una nuova Fonte da tener presente nelle analisi territoriali? Scrivici un messaggio

Graduatoria per titoli e colloquio Procedura Comparativa per la selezione di 4 figure professionali
da assegnare al Progetto SFERA “Supporti formativi ed educativi alle reti di accoglienza”

CONSULTA LA GRADUATORIA >